Castello Aghinolfi

logo aghinolfiComune: Montignoso
Telefono:
0585-816524 (dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 13.30)
email: info@istitutovalorizzazionecastelli.it
internet: www.istitutovalorizzazionecastelli.it (questo sito)
Destinazione d’uso :La torre ottagonale ospita un allestimento museale in cui tra le altre cose sono visibili le varie fasi evolutive della struttura
Gestione : Istituto Valorizzazione Castelli
Visitabile: si

Orario:

Il castello attualmente è chiuso fino a nuove comunicazioni

Biglietti:

INTERO €5,00

RIDOTTO € 3,00 per i ragazzi da 6 a 15 anni e per i turisti che pagano l’imposta di soggiorno muniti di apposito tagliandino dalla struttura ricettiva che li ospita

GRATUITO fino 6 anni

BIGLIETTO DEL CITTADINO € 10,00 destinato ai residenti della Provincia di Massa-Carrara. Il biglietto consente l’accesso al castello nell’arco di tutto l’anno, senza il pagamento di ulteriori biglietti. E' nominativo e copre tutti gli ingressi ad esclusione di quelli relativi a manifestazioni che presuppongono una bigliettazione specifica (quali ad esempio lo Spino fiorito). Nel caso di eventi per i quali è previsto il pagamento di un ulteriore biglietto i possessori pagheranno la differenza tra il prezzo ordinario e quello maggiorato

BIGLIETTO CUMULATIVO € 15,00 dà diritto a 4 ingressi al castello (3 interi e 1 gratuito). Non ha vincoli nominativi e temporali, ovvero può essere utilizzato da persone diverse in un arco di tempo non definito
Attività svolte visite guidate al complesso monumentale;
visite guidate al Museo;
attività didattica per le scuole;

Servizi:

1 Sala Convegni, Capienza: 20 PAX

Stanza multimediale, Attrezzature:

  • 1 videoproietteore
  • 4 computers
  • 4 Monitor 30"
  • 1 lavagna luminosa
  • 1 telo per proiezioni

Accessibilità :

Si raggiunge comodamente in auto fino all'ingresso. Ambienti difficilmente accessibili ai diversamente abili
Biglietto

Storia

Nel medioevo il castello Aghinolfi ebbe una particolare valenza strategica e fu conteso e ambito con secolari lotte dalle comunità di Lucca e Pisa, dalla signoria dei vescovi di Luni, dai Malaspina e dai loro consanguinei Marchesi di Massa. Le fonti scritte testimoniano l'esistenza della rocca nei secoli dell'altomedioevo...

 

Video:

 

Mappa:

 

Download:

Scarica il pieghevole pdf

Scarica il modulo di prenotazione visita o attività didattica

 

News: